Opening 2012.2013

Click here to load reader

  • date post

    22-Mar-2016
  • Category

    Documents

  • view

    213
  • download

    0

Embed Size (px)

description

Opening 2012.2013

Transcript of Opening 2012.2013

  • OPENING pagine darte_05periodico dinformazione giugno 2012Liceo Artistico Vincenzo Ciardo Lecce

    di Francesca Guido, Simona PantaleoIV A AR

    Questanno tra i progetti PON, finanziati dai fondi europei e finalizzati al sostegno e allo sviluppo del sistema scolastico, ha suscitato mol-to interesse lobiettivo C3 per leducazione alla legalit.Progettare il futuro e Territorio ed eco-musei, i titoli dei nostri percorsi indirizzati agli stu-denti del triennio.

    turistica ed artistica. Il progetto del nostro Li-ceo lo sviluppo di una strategia formativa che costruisca una prepa-razione flessibile con competenze spendibili nel mondo del lavoro e che ritiene pertanto essenziale ed irrinun-ciabile il collegamento con il territorio, attra-verso le Istituzioni, le aziende, le agenzie educative che operano nel sociale, con lobiet-tivo di far crescere la persona in tutte le sue dimensioni.

    Nel primo lindirizzo di architettura, in collabora-zione con lAssociazione Libera, ha avuto locca-sione di restituire allutilit pubblica un bene confi-scato alla nota organizzazione criminale della Sacra

    Corona Unita, attraverso un progetto di riutilizzo di unabitazione unifamiliare, situata nella zona di San Ligorio a Lecce. Nellelaborazione si tenuto conto di alcuni parametri come il contesto paesaggistico in cui situato ledificio e la sua conformazione strutturale ed estetica. Le opzioni pi gettonate sono

    state la trasformazione del bene in casa-famiglia, centro di accoglienza per immigrati, centro sporti-vo, campo scuola, pensione per animali domestici Alcuni studenti hanno inoltre ipotizzato scuole

    coreutiche e di musica, perch secondo la loro opi-nione importante guardare al futuro dei giovani, unico veicolo di sviluppo della societ. Gli allievi hanno inoltre approfondito le tematiche del progetto durante il convegno del mese di febbraio sulla Le-galit nel quotidianoe hanno potuto confrontarsi e discutere con lex procuratore nazionale antimafia Pierluigi Vigna, il procuratore distrettuale antimafia

    di tiziana Paola Rucco Dirigente Scolastico

    Progettare il FuturoEsperto: Danilo LupoTutor di Libera: AttilioChimenti e Andrea VerardiTutor scolastici: AnnaChiriac e Marcello Rolli territorio ed ecomuseiEsperto: Amilcare DAndriaTutor : Corrado NotarioTutor scolastici: RaffaeleRomito, Paola Pascariello.

    Cataldo Motta e il consigliere amministrativo Gio-vanni Aligi Cioni. Bisogna investire nella capacit di comunicare, con queste parole il dott. Vigna ha espresso limportanza dei mass media, fondamentali nelleducazione alla legalit dei giovani.

    Territorio ed Ecomusei, realizzato in collabora-zione con la Scuola di Specializzazione in Archeo-logia dellUniversit del Salento, si occupato delle aree archeologiche di Rudiae, Lupiae e di Acquarica di Lecce, dove gli scavi stanno portando alla luce resti dellantica civilt messapica. Nelle ore trascor-se in classe e nelle ricognizioni sui diversi siti sono

    state analizzate gli scavi archeologici di questo antico e ricco territorio.Durante uninter-vista, Danilo De Siena, della IV A RC, ci ha detto: Spesso si sottova-luta limportanza del conoscere, tu-telare e conservare le proprie radici e il proprio passato. Grazie a questo corso maturata in

    noi lidea che per arrivare a capire chi siamo, dob-biamo innanzitutto comprendere le nostre origini. Imparare dagli errori e dalle esperienze del passato ci aiuta a costruire un presente e ad immaginare un futuro migliore. Fondi Europei per la legalit, la tutela, il rispetto del patrimonio artistico e ambientale, uno strumen-to efficace per una cittadinanza attiva e una crescita non solo scolastica.

    La scuola si fer-mata questanno in un triste giorno in cui stato violato il diritto alla vita di una giovane studentessa.Un gesto folle, incom-prensibile, che ha la-sciato incredula e sgo-menta tutta la comunit civile.La scuola, infatti, per tutti luogo di istruzione e di formazione, luogo di legalit, di convi-venza e di inclusione

    sociale; rappresenta lagenzia educativa per eccellenza, che ha il compito di istruire ed educare, contrastando comportamenti devianti e disvalori diffusi nella societ. Con fatica, ma con costante impegno la scuola rappresenta ancora un baluardo di legalit. Il nostro Liceo ha sviluppato questan-no due percorsi forma-tivi PON C3 Leg(a)li al Sud, centrati sullagire la legalit come ap-proccio comportamen-tale in situazione. In-

    fatti, attraverso attivit pratiche di osservazio-ne, ricerca, produzione di elaborati tecnici e multimediali, gli stu-denti hanno maturato un maggiore senso di responsabilit e forti competenze di cittadi-nanza, arricchendo la propria conoscenza del territorio e potenziando nel contempo le com-petenze specifiche del proprio corso di studi. Numerose altre attivi-t e progetti sono stati svolti sia nellambito delle attivit dei PON

    C1 sia nellambito di progetti di ampliamen-to dellofferta formati-va curricolari ed extra-curricolari. La nostra scuola si sta caratteriz-zando anche con i nuovi indirizzi della Riforma, quali la scenografia, la grafica, la tecnologia audiovisiva e multime-diale, che portano una ventata di aria nuova e offrono ai ragazzi una formazione pi rispon-dente ai bisogni e alle richieste del mercato del lavoro nel nostro territorio a vocazione

    Per MelissaUna folle mente lavora Un mattino ordinario, uno scoppio e poi solo il nulla. Una vita di meno. Quanto valgono le lacrime di due genitori che hanno perso una stella? Solo polvere nera e pagine di un quaderno strappate nel vento silenzioso. Ginevra Spedicato III B PD

    in basso MariliSa Bruno IV B PD

    Il senso di una comunit

    Educare alla legalit due progetti per un territorio

  • OPENINGLiceo Artistico Vincenzo Ciardo Lecce

    giugno 2012

    Identit nascostelautoritratto come ricerca di se stessi

    moStRe e PRemiazioni

    Il Consiglio Nazio-nale dellOrdine dei Giornalisti premia a Be-nevento il nostro gior-nale distituto. Fare il giornale nella scuola uniniziativa, giunta alla cIX edizione, con lintento di valorizzare lattivit giornalistica, quale strumento di arric-chimento comunicativo e di modernizzazione del linguaggio. Il caloroso saluto a tutti i ragazzi e le ragazze, insegnan-ti e dirigenti scolastici da parte del presidente

    dellOrdine Enzo Iacopi-no, d alla manifestazio-ne un tono di ufficialit, emozionando i giovani partecipanti, protagoni-sti di un progetto, che ha coinvolto pi di 500 scuole e che sotto la gui-da del Consigliere nazio-nale Giovanni Fuccio e di tutto il gruppo di lavo-ro, ha permesso di sele-zionare i vincitori. Uno degli obiettivi quello di costruire una nuova ge-nerazione di giornalisti, che sentano la responsa-bilit di difendere lindi-viduo dal pericolo della Manipolazione delle

    coscienze. Il recupero di una nuova etica gior-nalistica stato pi volte ribadito e la professione stata presentata come il frutto di una forte passio-ne, che si deve coniugare con una solida formazio-ne culturale, per bandire il giornalismo che si improvvisa Il direttore dellOrdine Ennio Bar-tolotti invita tutti a ri-flettere sulla necessit di intendere il giornalismo come nuova materia sco-lastica, perch il giornale educa alla legalit e alla libert di pensiero e din-formazione.

    Che lautoritratto sia un genere molto amato dai pittori storia antica. Rembrandt nel corso della sua vita si raffigur in una serie infinita di opere, una sorta di au-tobiografia per immagini, che ha accompagnato i successi e le cadu-te di una carriera straordinaria. E Van Gogh stato uno degli artisti che nellarco della sua disperata e breve esistenza si ritratto con pi frequenza per analizzare le patolo-gie di un io contratto e disperato e per raccontare langoscia di una vita da escluso. Dunque lautoritratto, in un per-corso didattico orchestrato dagli studenti e dalle studentesse della sezione pittura, guidati dai proff. Massimo Marangio, Paola Scialpi e Carmelo Tau, che hanno organiz-zato la collettiva Under Construc-tion. Un titolo che stato anche un invito a rivelare cosa c sotto la maschera che nasconde paure, in-certezze, differenze. Un viaggio nello spazio non sempre agevole

    del proprio io, che acquista tanto pi spessore perch il frutto del-le personalit in costruzione dei giovani autori. Le regole di parte-cipazione presentavano alcuni vin-

    coli (formato, tecnica, tema, sele-zione, allestimento) ma ognuno ha avuto la libert di esprimersi senza censure, con soluzioni e materiali diversi. Il lavoro stato doloroso e complesso per alcuni, lineare per altri, impossibile per coloro che non hanno voluto o saputo metter-si in gioco. Una fuga improduttiva

    visto che un artista (se vuole es-sere o diventare tale) non pu esi-mersi da unazione di conoscenza, analisi e di introspezione che , al di l del talento manuale, lunica garanzia di autenticit e valore di unopera. Le scelte individuali, la critica severa e il confronto con uno dei grandi temi della storia dellarte occidentale, hanno pro-

    dotto una serie di lavori qualitati-vamente alti sia sul piano della tec-nica sia su quello dei contenuti e mostrano alla comunit scolastica

    il coraggio di chi si vuole svelare con pudore allo sguardo della spet-tatore. Diventa forse possibile in questo modo superare le banalit e il rumore assordante di un linguag-gio comunicativo di massa e gli stereotipi visivi ai quali la societ dellimmagine ci ha assuefatti.Le anime esposte parlano nel si-lenzio e fanno risuonare sulla tela le note pi nascoste e pi profonde di questi giovani talenti.

    under contruction

    Artisti

    IV A PDChiara Donateo, Giulia Miglietta, NoemiPeccarrisi, Marta Santoro, Chiara Fracella,Silvia Frassanito, Davide Striani, BenedettaDel Coco, Gloria Rizzo, Grabriele Stefanelli,Alessandra Viva, Roberta Montinari

    IV B PDMarilisa Bruno, Sara De Salve, Chiara